Miele o zucchero?

Quale dei due alimenti è migliore? A voi la scelta...
Il miele, al contrario di quanto molti credono, è abbastanza simile allo zucchero, tranne quello prodotto in zone incontaminate senza colture intensive. Leggere di più


festa a mare francescantonio cavalieri apicoltura in roccagloriosa

Festa a Mare

UNA FESTA A MARE

Un gruppo di amici, una persona straordinaria che sta affrontando una battaglia ardua con il sorriso nel cuore, la SLA che ti cambia la vita e ti costringe a riscrivere i progetti e le speranze, il richiamo alla solidarietà che dalle sponde dell’Adriatico arriva dall’altra parte, sul Tirreno, in Campania, in Cilento…Impronta Cilento, il Caseificio Chirico, l’Apicoltura Cavalieri che rispondono immediatamente all’appello e si preparano a stringersi attorno a Pasquale Tuccino Centrone, a dimostrargli che la SLA in questo frangente è servita a conoscersi, ad incontrarsi, ad abbracciarsi… un appuntamento di grande spessore: 20 chef stellati, 24 aziende con i loro prodotti, 12 artisti che espongono le loro opere, 25 partner che hanno dato il loro contributo per la perfetta riuscita dell’evento…

PASQUALE CENTRONE

Per chi non lo conoscesse ancora, Pasquale Centrone è un uomo che da sempre ama il mare, un colto e passionale poeta della ristorazione, nonché uno straordinario e raffinato selezionatore di materie prime. Sin da ragazzo, sotto l’attenta guida di suo padre “Tuccino”, ha iniziato la sua carriera lavorativa offrendo ai turisti il più celebre e popolare piatto della sua costa, le famose “cozze e provolone”, per poi sviluppare nel tempo, una volta aperto il ristorante di famiglia, una personalissima tecnica di taglio e di presentazione dei suoi famosi crudi di mare che, per molti anni, è stata e continua ad essere la sua firma nel mondo della ristorazione pugliese. Tuttavia, alcuni anni fa, nel bel mezzo della sua inarrestabile ascesa professionale, dopo aver condotto il suo ristorante ai vertici delle più prestigiose guide gastronomiche, Pasquale si è imbattuto nella più subdola delle malattie, la sclerosi laterale amiotrofica (la SLA). Dopo un primo duro colpo iniziale, Pasquale “Tuccino” è riuscito a trovare, anche attraverso il recupero delle sue passioni di sempre, la forza di reagire alla malattia, tanto che i primi a stupirsene, sono proprio le persone che lo spronano a continuare la sua lotta per la vita, sopraffatti ogni giorno, da un’inaspettata serenità e da una immensa gioia di vivere. È proprio a queste persone, ai suoi familiari e al suo caro amico Vittorio Cavaliere, che lo stesso Pasquale Centrone ha espresso alcuni mesi fa, il desiderio di realizzare presso il suo ristorante, un evento di beneficenza che fosse in grado di sostenere la ricerca scientifica, devolvendo tutto il ricavato della manifestazione, alle associazioni conSLAncio e AISLA, entrambe impegnate da tempo a sconfiggere la malattia che, purtroppo, affligge Pasquale già da alcuni anni.

IL PROGRAMMA

La prima parte della festa avrà inizio alle ore 12.30 con Il Pranzo Buono“,un esclusivo appuntamento, buono nel gusto e buono nel cuore,  riservato a soli 140 ospiti, dove cucinerà per i commensali una brigata letteralmente stellare, formata dai 20 chef Michelin:

Oliver Glowig 
(La cucina di Oliver)
Fabio Pisani (Il Luogo di Aimo e Nadia, Milano)
Angelo Sabatelli (Ristorante Angelo Sabatelli, Monopoli – Ba)
Cristian Torsiello (Osteria Arbustico, Valva – Sa)
Andrea Migliaccio (Capri Palace Hotel, Capri – Na)
Nicola Fossaceca (Ristorante Al Metrò, San Salvo Marina – Pe)
Eduardo Estatico (J.K. Place, Capri – Na)
Maria Cicorella (Ristorante Pashà, Conversano – Ba)
Vitantonio Lombardo(Locanda Severino, Caggiano – Sa)
Felice Sgarra (Ristorante Umami, Andria – Ba)
Andrea Ribaldone con Domenico Scingaro (Ristorante da I Due Buoi Alessandria / Borgo Egnazia, Savelletri di Fasano, Br)
Errico Recanati (Ristorante Andreina, Loreto, An)
Stefano Mazzone (Grand Hotel Quisisana, Capri, Na)
Salvatore La Ragione (Ristorante Mammà, Capri, Na)
Pasquale Palamaro (Ristorante Indaco, Ischia, Na)
Peppe Stanzione (Ristorante Le Trabe, Paestum, Sa)
Paolo Barrale (Ristorante Marennà, Sorbo Serpico, Av)
Lino Scarallo (Ristorante Palazzo Petrucci, Napoli)
Vincenzo Guarino (Ristorante Il Pievano, Gaiole in Chianti, Si)
Gianluca D’Agostino (Ristorante Veritas, Na)
Michelina Fischetti(Ristorante Oasis, Vallesaccarda, Av)
Andrea Cannalire (Ristorante La Sommità, Ostuni, Br)
Enzo Florio (Ristorante Da Tuccino, Polignano a Mare, Ba)
Salvatore Elefante (Ristorante Il Riccio/Capri Palace, Capri, Na)
Roberto Franzin (Ristorante Acquasale, Ostuni (Br)

Ma non solo cibo: il Pranzo Buono sarà ricco di sorprese dedicate a Pasquale Centrone, grazie all’adesione di tanti personaggi dello spettacolo che hanno voluto sostenere l’iniziativa, e sarà impreziosito dalle tante opere d’arte messe a disposizione da numerosi artisti.

La seconda parte della grande festa prenderà vita dalle ore 19.30 negli spazi sul mare antistanti il ristorante, e sarà la vera e propria Festa a Mare, in ricordo di quelle feste sulla scogliera che aprivano la stagione estiva. Sotto le luminarie, coccolati dal rumore del mare, street food stellare, vini e birre di qualità, artigiani del gusto, cooking show (che vedranno protagonisti le giovane promesse pugliesi, la Nazionale Italiana Cuochi e gli chef di Taste of Peace) e ancora sorprese dal mondo dello spettacolo faranno entrare nello spirito di gioiosa festa che accompagnerà fino a notte i partecipanti. L’accesso alla Festa a Mare sarà possibile acquistando il kit degustazione all’ingresso (con calice e sacca, costo 15 euro) che darà la possibilità di degustare liberamente tra gli stand fino ad esaurimento scorte.


Se ti è piaciuto questo contenuto, condividilo! :)


i mieli di francescantonio cavalieri apicoltura

Il miele, i mieli

LO FANNO LE API, È DOLCE MA NON SOLO

Tutti sanno che il miele lo fanno le api, che è dolce e che fa bene, il miele però può anche essere amaro, può essere solido, o meglio cristallizzato, oppure liquido, chiaro, oppure scuro con tanti gusti e aromi diversi.

Leggere di più


varroa ape francescantonio cavalieri apicoltura in roccagloriosa

La varroa

La varroatosi è una malattia parassitaria dell'ape causata da un piccolo caro visibile ad occhio nudo: Varroa destructor. Colpisce in maniera particolarmente grave l'Apis Mellifica (ape domestica), attaccando sia le api adulte sia le larve. Leggere di più


ape con i fiori apicoltura francescantonio cavalieri

La scelta della colonia d'api

La scelta della colonia d'api è molto importante e delicata in quanto occorre fare attenzione a non portarsi a casa una colonia debole con regina vecchia, ammalata di peste o nosemiasi, oppure infestata in maniera eccessiva dalla varroa.Leggere di più


arnie apicoltura francescantonio cavalieri in roccagloriosa

Come iniziare l'attività di apicoltore

Quando iniziare

Prima di intraprendere l'attività dell'apicoltore è bene prepararsi tecnicamente e soprattutto analizzare a fondo e con molto anticipo l'ambiente dove ci si trova ad operare, al fine di predisporre ogni cosa nel modo migliore per la buona riuscita dell'iniziativa. È evidente che conviene iniziare l'attività apistica vera e propria a primavera, quando l'acquisto di uno sciame non comporta grandi problemi immediati per la conduzione, in quanto la stagione generalmente propizia favorisce naturalmente la crescita e lo sviluppo delle api.

Come iniziare

Comunque, anche se l'idea di quando iniziare è ben definita, non è sempre chiaro come iniziare, in quanto occorre effettuare una sorta di analisi preliminare che è necessaria per capire i limiti e le possibilità di realizzazione dell'apiario nel nostro ambiente.
L'analisi preliminare riguarda il nostro spazio a disposizione e l'ambiente che lo circonda. Un alveare potrà essere tenuto anche su una terrazza o su un balcone, ma le situazioni difficili non tarderanno a verificarsi,quando negli anni successivi ci troveremo costretti  a inseguire gli sciami tra i caseggiati dei vicini, spesso in posizioni scomode, con il disappunto di chi vi abita e, quindi, con scarse possibilità di successo. L'apicoltore che opera nei centri abitati deve fare necessariamente i conti con le altre persone che vi vivono e cercare di adottare tutti gli accorgimenti che consentono di fare attività apistica senza infastidire chi abita vicino.
Per chi possiede oppure ha a disposizione un fazzoletto di terra dove poter collocare qualche alveare, è possibile con particolari accorgimenti fare apicoltura e convivere in accordo con le esigenze del buon vicinato. Infatti, il nostro orto-giardino può essere preparato in modo tale da poter accogliere l'alveare offrendo alle api delle fonti nettarifere, ma soprattutto consentendo sia il nostro lavoro nell'orto o nel giardino sia il passaggio di persone nei pressi delle arnie senza pericolo di punture.
La preparazione di una siepe a crescita libera alta circa due metri, oppure di uno steccato costituito da una stuoia in canna palustre o bambù disposto in verticale, delle stesse dimensioni in altezza, consente di collocare l'alveare o gli alveari agevolmente anche in un ambiente poco spazioso, in quanto si costringono le api ad assumere una traiettoria di volo al di sopra delle persone, evitando di sbattere contro il viso di chi incautamente si avvicina o si trova a passare nei pressi.
In previsione di acquistare il nostro primo alveare, cercheremo di analizzare il potenziale nettarifero della zona, rilevando approssimativamente il calendario delle fioriture utili alle api, allo scopo di verificare le epoche di maggior flusso nettarifero e la loro durata. Questo ci consentirà di introdurre nel nostro orto-giardino delle piante che fioriscono proprio nel periodo di carestia, offrendo così costantemente fonti nettarifere o pollinifere alle api bottinatrici, a vantaggio del loro sviluppo.


propoli francescantonio cavalieri

Scopriamo la propoli

Cos’è la propoli?

La propoli è una miscela resinosa che le api raccolgono da fonti botaniche come le gemme e le cortecce di alberi e che successivamente lavorano, grazie alle loro secrezioni digestive, aggiungendo ingredienti extra (enzimi, cera, polline) in modo da ottenerne una sostanza atta alla protezione dell’alveare. La propoli è uno dei favolosi regali dell’alveare.

Leggere di più


fiore api apicoltura francescantonio cavalieri

Api operaie, regine e fuchi

Una colonia d'api è costituita da una regina che è la madre di tutti gli altri individui presenti, da un numero di api operaie che può variare a seconda della stagione (passando per esempio da 10.000 durante l'inverno a 50.000 - 90.000 durante l'estate) e da un numero esiguo di fuchi o maschi (200 - 1.000) presenti solo durante la stagione primaverile - estiva, durante la quale vengono allevate le nuove api regine.

Leggere di più


api e fiori francescantonio cavalieri apicoltore lucano in roccagloriosa

Benvenuti nel nostro blog

Comincia il filo diretto con i nostri clienti e con tutti gli appassionati di apicoltura. Questo spazio vuole essere una piazza virtuale in cui, oltre a parlare dei nostri prodotti, scambieremo informazioni e notizie sul variegato e appassionante mondo delle api.

Leggere di più


Insalata di farro e peperoni

Insalata di farro e peperoni

A base di soli ingredienti vegetali, l’insalata di farro e peperoni è perfetta per i  pasti fuori casa ed è adatta anche per essere inserita fra le vivande di un buffet freddo.

Poco calorico, ricco di fibre e a basso indice glicemico, il farro è un cereale di origini antichissime che negli ultimi anni sta avendo la sua giusta rivalsa. Ottimo per preparare zuppe e minestre e altrettanto adatto per essere utilizzato nella preparazione di piatti freddi, proprio come la nostra insalata di farro e peperoni.

La preparazione dell’insalata di farro e peperoni è davvero semplice e se avete poco tempo da dedicare ai fornelli non disperate, potrete suddividere la realizzazione del piatto in base ai vostri impegni. Potrete infatti lessare in anticipo il farro oppure preparare in anticipo i peperoni arrosto; ad ogni modo, una volta pronta potrete conservare l’insalata di farro e peperoni in frigorifero fino al momento di servirla.

Ingredienti